Registro Nazionale Protocollo ITACA (RNPI)
      Home     |     Link

IL SISTEMA PROTOCOLLO ITACA

   Protocollo ITACA
   Il Sistema d'Ispezione
   Organismi di Ispezione
   Elenco Ispettori
   Tariffe
   Comitato Promotore




FORMAZIONE E SUPPORTO

   Formazione
   FAQ
   Comunicazioni
   Contatti


IL SISTEMA D'ISPEZIONE

Il Regolamento Tecnico RT-33, approvato da ACCREDIA il 9 luglio 2013, ha istituito il sistema nazionale di accreditamento e certificazione per l’applicazione del “Protocollo ITACA”, a sostegno delle politiche nazionali e regionali per lo sviluppo della sostenibilità ambientale delle costruzioni. Il Regolamento disciplina il sistema di ispezione nelle costruzioni, svolto in ambito volontario, per le fasi di progettazione (esecutiva), realizzazione, ed esercizio, ai fini della valutazione della sostenibilità ambientale in conformità al "Protocollo ITACA".

Il sistema di ispezione si avvale unicamente degli Organismi di Ispezione (OdI), così come definiti dalla norma ISO/IEC 17020:2012, accreditati da ACCREDIA per le verifiche di conformità al “Protocollo ITACA”.

Per l’attività di Ispezione l’OdI si avvale esclusivamente di professionisti qualificati (Ispettori) attraverso uno specifico corso di formazione riconosciuto da ITACA. Gli Ispettori qualificati sono presenti in un apposito elenco pubblicato ed aggiornato sul sito internet di ITACA.
Il monitoraggio dei processi d’ispezione è svolto attraverso il Registro Nazionale Protocollo ITACA (RNPI), anche ai fini dei relativi controllo ed il rilascio degli attestati finali. L’accesso al RNPI è riservato solo ai referenti degli Organismi di Ispezione accreditati. Il flusso informativo RNPI relativo alle procedure dell’attività ispettiva, è organizzato in due fasi: fase di progetto e fase di realizzazione. Il flusso segue tutte gli step di avanzamento del singolo procedimento di ispezione, tracciato attraverso l’attribuzione di uno specifico codice identificativo (CPI – codice processo ispettivo). Il processo di ispezione prevede, in sintesi, le seguenti fasi:

- il Committente incarica un professionista per la predisposizione della Relazione tecnica di valutazione, documento tecnico redatto in fase di progettazione esecutiva, che riporta il valore degli indicatori dei criteri del “Protocollo ITACA” applicabile;
- successivamente, il Committente presenta formale domanda di ispezione ad un OdI accreditato da ACCREDIA in conformità alle prescrizioni di cui all’RT-33. Alla domanda dovrà essere allegata la Relazione tecnica di valutazione;
- l’OdI comunica l’incarico di ispezione al “Registro” che, a seguito del pagamento dei relativi diritti di istruttoria, attribuisce a tale processo uno specifico codice univoco di identificazione (CPI - codice processo ispettivo), ai fini della tracciabilità e validità delle attestazioni;
- al termine della procedura di ispezione l’OdI emette un “Rapporto di Ispezione” che trasmette al “Registro” per la definitiva validazione;
- il Registro, a seguito della verifica e validazione con esito positivo del Rapporto di Ispezione, emette l’”Attestato Protocollo ITACA”, inviato al Committente. Con l’Attestato il Committente dimostra quindi la conformità del progetto o dell’edificio realizzato al “Protocollo ITACA”.

Regolamento RT-33 ACCREDIA


Comitato Promotore Protocollo Itaca - Via del Viminale 43, 00184 ROMA
P.Iva 12647791008 - C.F. 97777110582